ARTICOLO NOVANTANOVE - Associazione per il Dialogo sociale

Vai ai contenuti
IX Edizione di Ipsos Flair
"Italia 2019: comunitari e cosmopoliti, le nuove fratture."
Cnel, 26 febbraio 2019
ore 9.30 - 12.30
La pubblicazione annuale che esprime il punto di vista di Ipsos sul nostro paese, sulle sue trasformazioni, sulle sue prospettive dalla politica ai consumi viene presentata e discussa al Cnel


-
-
-


CALENDARIO EVENTI
FEBBRAIO 2019
lu
ma
me
gi
ve
sa
do




1
23
45
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
27










Mediateca
Vincitore 2018

"Lo Sviluppo locale che vorrei.
Equo e sostenibile nell'era digitale" - Edizione 2017.

I.P.S.E.O.A.
"Girolamo Varnelli" - Cingoli (MC)
Seminario

"Il lavoro nell'epoca
della Machina sapiens.
Comprendere e governare".


CNEL - Sala Gialla

Roma, 23 maggio 2018
Dal Programma delle attività del CNEL per il biennio 2019-2020.
Approvato dall'Assemblea nella seduta del 30 gennaio 2019
Le “linee programmatiche si ispirano a un obiettivo generale da tempo perseguito dal CNEL: quello di proporre e sostenere una visione di lungo periodo delle politiche necessarie al Paese per percorrere la strada di uno sviluppo costante e sostenibile non solo dal punto di vista economico e finanziario, ma anche sociale e ambientale.
-
Lo sviluppo sostenibile nelle sue diverse dimensioni, come declinate dall’Agenda ONU 2030, è la linea comune che orienta e qualifica i diversi temi indicatinel programma del CNEL.
-
Le questioni del lavoro dove vogliamo finalizzare tutte le politiche all’occupazione di qualità – sia dipendente sia autonoma – e promuovere la contrattazione collettiva come strumento di autonomia delle parti sociali e di regolazione equa dei rapporti di lavoro.
-
Le politiche della crescita per orientarle a una competitività basata sulla innovazione non solo tecnica ma anche sociale;
-
Le valutazioni delle politiche e dei servizi delle pubbliche amministrazioni, ove si utilizzeranno gli indicatori BES elaborati con l’ISTAT anche a livello territoriale e verrà misurato l’impatto di sostenibilità delle principali politiche economiche nazionali.
-
La valorizzazione della educazione e istruzione nel corso della vita come elemento decisivo per lo sviluppo dell’autonomia e delle capacità personali necessario per cogliere le opportunità delle nuove tecnologie digitali e per accrescere la coscienza democratica ella nostra comunità.
-
Le politiche sociali che noi concepiamo non come costo, ma come componente essenziale di uno sviluppo sostenibile e umano e come strumento per la lotta alle diseguaglianze e il contrasto alla povertà.
-
I rapporti con l’Europa che sono di particolare rilievo nel primo semestre del 2019, dove intendiamo agire affinché le politiche sociali entrino a pieno titolo nell’Agenda europea e puntino alla effettiva applicazione del Pilastro dei diritti sciali fondamentali.”

Mediateca
Premiazioni 2017
"Lo Sviluppo locale che vorrei: equo e sostenibile" - Edizione 2017.

Istituto Professionale A. Beltrame

Vittorio Veneto, 30 maggio 2017
eBook

Meuccio Ruini
Il Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro

Clicca sull'immagine
Consultazione pubblica sul futuro dell'Europa

Cosa pensano le nuove generazioni sul futuro dell'Europa?

Il CNEL ha messo a punto una consultazione pubblica sul futuro  dell'Europa indirizzata a tutti i cittadini, con particolare riferimento  alle nuove generazioni e ai soggetti aderenti alle associazioni del  mondo del lavoro, rappresentate al CNEL.

Il tuo parere è molto importante.

Se vuoi partecipare alla consultazione clicca QUI
In evidenza
Sostenibilità É Benessere
Costituito il 16 dicembre 2015 il “Forum per la promozione dello sviluppo equo e sostenibile” al termine di un percorso di confronto ed approfondimento, avviato in marzo su impulso di Articolo Novantanove, che ha visto impegnati rappresentanti di Organizzazioni delle imprese e del lavoro e di Associazioni.
Dichiarazione di intenti, Regolamento, adesioni, iniziative, documenti sul sito del Forum www.mybes.it.
Assegnati i premi del 7° Concorso
“Lo Sviluppo locale che vorrei. Equo e sostenibile nell'era digitale”

La Commissione giudicatrice composta da rappresentanti dell’Associazione Articolo Novantanove e dell’ANP ha esaminato i Progetti presentati dalle classi che hanno partecipato al Concorso 2018 “Lo Sviluppo Locale che vorrei. Equo e sostenibile nell'era digitale”.

Particolare attenzione è stata prestata alla più efficace combinazione di innovazione ed originalità con i percorsi didattici seguiti dagli studenti, con i loro docenti di riferimento, nel progettare attività che nella loro distintività rispecchiassero anche esperienze maturate in alternanza scuola-lavoro.
La Commissione ha così attribuito i premi:
1° Classificato
I.P.S.E.O.A. “GIROLAMO VARNELLI” di Cingoli (MC), Interclasse IV sez. A
2° Classificato
Liceo “G. GIOLITTI - G.B. GANDINO” di Bra (CN), Classe aggregata III sez. C, III sez. L, IV sez. C
3° Classificato
I.S.S. Liceo Artistico "TEN. REMO RIGHETTI" di Melfi (PZ), Classe IV sez. B
Menzioni speciali sono state riconosciute a:

Per tutte le notizie sul Concorso cliccare il banner laterale.
Torna ai contenuti