ARTICOLO NOVANTANOVE - Associazione per il Dialogo sociale

Vai ai contenuti
Mediateca
Premiazioni 2017
"Lo Sviluppo locale che vorrei: equo e sostenibile" - Edizione 2017.

Istituto Professionale A. Beltrame

Vittorio Veneto, 30 maggio 2017
Seminario
"Particolarismi e bene comune: un divario crescente da colmare".

CNEL - Sala Gialla

Roma, 23 maggio 2017
Seminario
"Il lavoro nell'epoca della Machina sapiens.
Comprendere e governare”.
Cnel, 23 maggio 2018

Organizzata dal CNEL e dal Forum MyBES si tiene dalle 10.30 alle 13.00 presso la Sala Gialla.
 
 Dopo l’apertura del Forum MyBES ed il saluto istituzionale del Presidente Tiziano Treu, seguiranno la relazione di P. Paolo Benanti, docente alla Gregoriana, interventi di Rappresentanti di Parti sociali ed esperti. Come da programma che segue:

CALENDARIO EVENTI
MAGGIO 2018
lu
ma
me
gi
ve
sa
do

1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
24
25
26
27
28
29
30
31










Mediateca
Premiazioni 2016
"Lo Sviluppo locale che vorrei: equo e sostenibile" - Edizione 2016.

Auditorium Liceo Classico D.Alighieri

Ravenna, 31 maggio 2016
eBook

Meuccio Ruini
Il Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro

Clicca sull'immagine
Assegnati i premi del 7° Concorso
“Lo Sviluppo locale che vorrei. Equo e sostenibile nell'era digitale”

La Commissione giudicatrice composta da rappresentanti dell’Associazione Articolo Novantanove e dell’ANP ha esaminato i Progetti presentati dalle classi che hanno partecipato al Concorso 2018 “Lo Sviluppo Locale che vorrei. Equo e sostenibile nell'era digitale”.

Particolare attenzione è stata prestata alla più efficace combinazione di innovazione ed originalità con i percorsi didattici seguiti dagli studenti, con i loro docenti di riferimento, nel progettare attività che nella loro distintività rispecchiassero anche esperienze maturate in alternanza scuola-lavoro.
La Commissione ha così attribuito i premi:
1° Classificato
I.P.S.E.O.A. “GIROLAMO VARNELLI” di Cingoli (MC), Interclasse IV sez. A
2° Classificato
Liceo “G. GIOLITTI - G.B. GANDINO” di Bra (CN), Classe aggregata III sez. C, III sez. L, IV sez. C
3° Classificato
I.S.S. Liceo Artistico "TEN. REMO RIGHETTI" di Melfi (PZ), Classe IV sez. B
Menzioni speciali sono state riconosciute a:

Per tutte le notizie sul Concorso cliccare il banner laterale.
In evidenza
Sostenibilità É Benessere
Costituito il 16 dicembre 2015 il “Forum per la promozione dello sviluppo equo e sostenibile” al termine di un percorso di confronto ed approfondimento, avviato in marzo su impulso di Articolo Novantanove, che ha visto impegnati rappresentanti di Organizzazioni delle imprese e del lavoro e di Associazioni.
Dichiarazione di intenti, Regolamento, adesioni, iniziative, documenti sul sito del Forum www.mybes.it.
"Verso un modello di economia circolare per l'Italia"
Documento di inquadramento e posizionamento strategico
Consultazione pubblica on-line: imprese, società civile ed istituzioni
Luglio-Settembre 2017
“È necessario mettere in atto un cambio di paradigma che dia l’avvio ad una nuova politica industriale finalizzata alla sostenibilità e all’innovazione in grado di incrementare la competitività del prodotto e della manifattura italiana, e che ci costringa anche a ripensare il modo di consumare e fare impresa. L’Italia ha le caratteristiche e le capacità per farlo e deve cogliere questa opportunità per sviluppare nuovi modelli di business che sappiano valorizzare al meglio il Made in Italy e il ruolo delle Piccole e Medie Imprese (PMI).
La transizione verso un’economia circolare richiede un cambiamento strutturale e l’innovazione è il cardine di questo cambiamento. La trasformazione digitale del sistema produttivo e le tecnologie abilitanti la cd. industria 4.0 offrono già oggi soluzioni per rendere possibili e persino efficienti produzioni più sostenibili e circolari. Per ripensare i nostri modi di produzione e consumo, sviluppare nuovi modelli di business e trasformare i rifiuti in risorse ad alto valore aggiunto, abbiamo bisogno di tecnologie, processi, servizi e modelli imprenditoriali creativi che plasmino il futuro della nostra economia e della nostra società.
Il sostegno alla ricerca e all’innovazione sarà pertanto un fattore determinante per dare impulso alla transizione, che concorrerà anche a rafforzare la competitività e modernizzare l’industria”
dalla presentazione dei Ministri Calenda (Sviluppo economico) e Galletti (Ambiente)
Torna ai contenuti